VILLA SANT'ANTONIO: De Angelis, Mariotti (88’ Mamri), Petritola, Palaferri, De Santis (78’ Niccolò Fioravanti), Petracci, Stefano Fioravanti (64’ Cerreto), Gaspari (77' Riccardo Amatucci), Bianchini, Severo, Oddi (92’ Carboni). ALL. Settembri.

MONSAMPIETRO MORICO: Paolucci, Bitti, Cancellieri, Del Gobbo, Ferretti, Ferroni, Stefano Forò, Carlacchiani, Polozzi, Santacroce, Cristiano Forò. ALL. Birilli.

ARBITRO: Capponi di Macerata.

RETI: 38’ (rig.) e 54’ Polozzi, 40’ Bianchini.

CASTEL DI LAMA: Risultato bugiardo al comunale, dove il Villa Sant’Antonio deve lasciare l’intera posta al quotato Monsampietro, che non avrebbe bisogno di aiuti arbitrali come quello ricevuto oggi. Capponi di Macerata ogni volta che incontra la squadra lamense, riesce a dimostrare la sua inadeguatezza ad arbitrare. La scorsa stagione a Santa Caterina riuscì ad espellere un giocatore del Villa al primo minuto, negando poi un sacrosanto rigore nei minuti finali. Oggi si è superato annullando un regolarissimo gol, quello del 2 a 1 per i padroni di casa, fischiando un fuorigioco con lui che si trovava almeno a venti metri dall’azione. La cronaca della gara aveva visto gli ospiti portarsi in vantaggio su rigore con Polozzi, ma nemmeno dopo due minuti, su punizione battuta da Petracci era Bianchini a trovare la zampata vincente per il pareggio. Ripresa che si apriva con il gol di Fioravanti al 50’, ben imbeccato da Oddi, ma poi annullato dal fischietto maceratese. Al 54’ da punizione dalla trequarti (fallo di mano di Petracci), palla scodellata in mezzo e Polozzi è il più lesto di tutti a ribattere in rete dopo una bella parata di De Angelis. Dopo il rigore negato una settimana fa a Castignano, l’ennesimo torto arbitrale condanna il Villa all’ennesima sconfitta, che complica una già precaria classifica.